domenica 31 maggio 2015

Vintage Room


La memoria. Sacca piena di cianfrusaglie che rotolano fuori per caso e finiscono col meravigliarti, come se non fossi stato tu a raccoglierle, a trasformarle in oggetti preziosi.
-Wo Ming-

Senza affanni e con una gran voglia di lasciarsi abbracciare e - letteralmente - cullare da morbidi cuscini e profumi inebrianti di peonie e rose, chi si accosta alla Vintage Room vuole perdersi nella memoria. La memoria di qualcosa che è "meravigliosamente stato" e ha forgiato ogni dettaglio del suo carattere. Rassicuranti colori pastello invogliano a varcare la soglia senza timori, riconoscendo se stessi in questo ambiente vivo. Ecco creato un momento sospeso nel tempo: nuove idee, nuovi dettagli, nuove sfumature vogliono intrecciarsi ad antichi sapori, pensieri filosofici primari e vecchie poesie scritte con inchiostro seppia su fogli color caramello. L'incontro d'intenti diviene sostanza. La sostanza diviene confronto. Chi ha l'animo vintage non dimentica e fa tesoro d'ogni prezioso frammento di vita.

Nessun commento:

Posta un commento